Loading...

Fan Fic amatoriali

martedì 28 giugno 2011

Epica - Cry For The Moon



Segui il tuo buonsenso,
Non puoi nasconderti
Dietro una favola per sempre.
Solo rivelando la pura verità
Possiamo scoprire l'anima di questo baluardo
Per sempre.

Le menti indottrinate, così spesso
Contengono pensieri malati
E commettono la maggior parte delle malvagità che pregano di non commettere

Non cercate di convinvermi con messaggi da Dio,
Voi ci accusate di peccati commessi da voi stessi.
E' facile condannare senza guardare nello specchio..
Dietro gli scenari si dischiude la realtà.

Il silenzio eterno invoca la giustizia,
Il perdono non è in vendita,
E nemmeno c' è la volontà di dimenticare.

Segui il tuo buonsenso,
Non puoi nasconderti
Dietro una favola per sempre.
Solo rivelando la pura verità
Possiamo scoprire l'anima di questo baluardo per sempre.

La verginità è stata rubata in giovane età
E anche il confessore perde la sua immunità.
Morboso abuso di potere nel giardino dell'Eden,
Dove la mela ha un volto giovane.

Il silenzio eterno invoca la giustizia,
Il perdono non è in vendita,
E nemmeno c' è la volontà di dimenticare.

Segui il tuo buonsenso,
Non puoi nasconderti
Dietro una favola per sempre.
Solo rivelando la pura verità
Possiamo scoprire l'anima di questo baluardo
Per sempre.

Il silenzio eterno invoca la giustizia,
Il perdono non è in vendita,
E nemmeno c' è la volontà di dimenticare.

Non puoi andare avanti a nasconderti
Dietro vecchie e sorpassate favole
E continuare a lavare le tue mani nell'innocenza

giovedì 23 giugno 2011

Ordinari dubbi in un giorno di lavoro

A volte, mentre sono stanca e la gola mi chiede la pietà di un po' d'acqua fredda che le lavi la fatica dell'arsura, basta uno sguardo.
Nel momento in cui lui solleva gli occhi castani e mi guarda, una stretta divora le mie interiora, facendomi sentire sciocca, agitata, vulnerabile a quel sorriso che poi segue lo sguardo.
Non dovrei illudermi, mi dico. è Già occupato, mi ripeto.
Ma poi... un pugnetto mi sfiora un braccio e la ricerca di quel contatto un po' violento, un po' goliardico mi confonde di nuovo. Fa l'amico? mi sto immaginando tutto? O ...
Eppure i suoi occhi...  non riesco a dimenticarmi i suoi occhi...
Mentre lavoriamo le sue battute mi fanno ridere come una scema, mentre cerco in ogni modo di concentrarmi.
La confusione continua a regnare... riempiendo di dubbi gli ordinari giorni di lavoro.

giovedì 9 giugno 2011

Within Temptation - Frozen




Non riesco a sentire i miei sensi
Sento solo il freddo
Tutti i colori sembrano sparire
Non riesco a raggiungere la mia anima
Smetterei di correre se sapessi che c'è una possibilità
Mi fa a pezzi sacrificare tutto, ma sono costretta a lasciar correre

Dimmi che sono immobile, ma cosa posso farci?
Non posso dire il motivo, l'ho fatto per te
Quando le bugie diventarono verità mi sono sacrificata per te
Dimmi che sono immobile, ma cosa posso farci?

Riesco a percepire il tuo dolore
Non mi perdonerai,
Ma so che starai bene
Mi fa a pezzi il fatto che tu non lo saprai mai, ma devo lasciar correre

Dimmi che sono immobile, ma cosa posso farci?
Non posso dire il motivo, l'ho fatto per te
Quando le bugie diventarono verità mi sono sacrificata per te
Dimmi che sono immobile, ma cosa posso farci?

Tutto scorrerà via
Rimarranno frammenti spaccati
Quando i ricordi svaniranno nel vuoto
Solo il tempo narrerà questa storia
Se tutto sarà stato invano

Non riesco a sentire i miei sensi
Sento solo il freddo
Immobile...
Ma cosa posso farci?
Immobile...
Dimmi che sono immobile, ma cosa posso farci?
Non posso dire il motivo, l'ho fatto per te
Quando le bugie diventarono verità mi sono sacrificata per te
Dici che sono immobile, immobile...

sabato 4 giugno 2011

Baratro di follia

A volte penso che la follia sia un bene, che essere un po' pazzi ti aiuta a superare la vita, a tenere il suo passo e a superarla a testa alta.
Ma capita che quando la pazzia ti prende non ti lascia più, come un'amante esigente d'attenzione o una coperta troppo pesante per riuscire a toglierla del tutto.
Io mi trovo qui, sul baratro di una follia avvolgente, richiamata e attaccata alla ragione che si fa sempre più lontana.
La pazzia allunga le sue mani e m'afferra rabbiosa quanto un'animale feroce.
Cerco di resistere, di rimanere salda, coerente...
Ma poi...
come un fulmine attraverso il corpo, tutto cambia.
La follia mi prende, m'ama, e io cambio diventando la sua nuova seguace e amante.